Per trovare lavoro in Italia bisogna lavorare all’estero

09 Febbraio 2017

Secondo gli ultimi dati Istat, la disoccupazione giovanile in Italia ha toccato la soglia del 40%, un dato sicuramente preoccupante per il futuro del nostro Paese. Ma che cosa bisogna fare se non si riesce a trovare lavoro?

In una situazione di instabilità e incertezza vince sicuramente un atteggiamento positivo che vede nel precariato un’opportunità. Una chance, dunque, per mettersi in gioco e sfruttare il tempo per fare corsi e nuove esperienze oppure per trovare strade alternative o inventarsi un lavoro.

E’ quanto evidenzia anche Chiara Grosso, presidente e ceo di FourStars, società accreditata dal Ministero del Lavoro, secondo cui non si deve “avere paura di perdere un lavoro e trovarne un altro” e per potenziare la propria figura professionale consiglia di investire sulla conoscenza delle lingue straniere e sulle esperienze all’estero. 

Quali sono i vantaggi di fare un’esperienza di studio e lavoro in un Paese straniero? Partire per un programma di questo tipo all’estero consente: 

  • Migliorare la padronanza di una lingua straniera
  • Mettere in pratica quanto imparato durante il corso di lingua
  • Mantenersi e rendersi più indipendenti durante il soggiorno all’estero 
  • Fare esperienza di un ambiente lavorativo straniero
  • Acquisire nuove competenze in ambito professionale che possono essere sfruttate per trovare un lavoro migliore all’estero o in Italia una volta tornati

 

Scopri i nostri programmi di studio e lavoro all’estero

Anno Scolastico in Canada

Contattaci per ulteriori informazioni: 

read-more-300x110-jpgdefinitivo

 

success

 

 

Facebooklinkedin