A tu per tu con la valigia: il pentathlon del viaggiatore

28 settembre 2017

valigie2Non sono gli insetti esotici, né il caldo torrido, né tantomeno i cibi strani a mettere in difficoltà chi parte per le vacanze o per un’esperienza di studio all’estero. È noto: la vera sfida inizia già da casa, quando arriva il tempo di fare la valigia. Ecco dunque qualche suggerimento utile per diventare dei veri campioni in questa specialità.

 

 

 

 

 

 

 

  • Nuoto sincronizzato: Organizzare i bagagli

Come i componenti di una squadra di nuotatrici, ecco lì i vestiti e i vostri effetti personali pronti a coordinarsi in graziose e nel contempo incredibili acrobazie per trovare la giusta combinazione ed adagiarsi agevolmente all’interno del bagaglio. Scegliete con cura le valigie da utilizzare, preferendole rigide e dotate di chiusura di sicurezza. Se viaggiate in aereo tenete conto anche della regolamentazione riguardante i liquidi e gli oggetti consentiti in cabina.

  • Sollevamento pesi: Portare il minimo indispensabile

Siamo proprio certi che la Wii, la collezione di vinili e lo scooter rientrino negli oggetti indispensabili per il vostro viaggio? Non credete sia il caso di rivedere la lista di priorità rispetto al contenuto della vostra valigia? Tenete conto che vi state dirigendo in un Paese civile, in grado di offrire tutto ciò di cui avete bisogno… o una buona occasione per adattarvi ad ogni situazione.

  • Tiro al bersaglio: Non dimenticare i documenti

È necessaria una notevole precisione, oltre a nervi ben saldi, per non perdere la testa al momento della partenza: passaporto, codice fiscale, documenti di soggiorno, biglietto aereo e tutto quel che può servire. Non dimenticate di applicare al vostro bagaglio anche un’etichetta in bella vista, indicando i vostri recapiti per il malaugurato caso in cui venga smarrito. Dritti all’obiettivo senza perdere un solo colpo!

  • Lotta libera: Ottimizzare gli spazi

Davvero riempire le valigie è una lotta senza esclusione di colpi. Si inizia con i capi più ingombranti, per poi arrivare a sfruttare anche il più angusto pertugio tra un oggetto e l’altro incastrando il tutto con abilità. Inutile dire che, non appena riuscirete nell’intento, ancora ansimanti e soddisfatti, vi accorgerete che il vostro prezioso maglione è rimasto fuori e non c’è davvero modo di incastrarlo se non indossandolo con disinvoltura all’aeroporto, incuranti dei  43°C che la giornata offre.

  • Staffetta: Lasciare spazio per i souvenir

Ovunque andiate, probabilmente i vostri amici e parenti si aspetteranno un piccolo presente al ritorno o vi chiederanno di procurar loro qualche oggetto particolare mentre siete in viaggio… prevedete dunque di riservare un po’ di spazio libero da riservare ai souvenir e ai ricordi che desiderate portare a casa. A volte è utile portare una borsa o un trolley extra da destinare ai ricordi in via esclusiva, soprattutto se sapete di avere l’abitudine di tornare a casa ben carichi.

Pronti a partire?

 

Vuoi scoprire le nostre destinazioni

per l’Anno Scolastico all’Estero?

read-more-300x110-jpgdefinitivo 

Contattaci per ulteriori informazioni: 

read-more-300x110-jpgdefinitivo

Facebooklinkedin