Samanta, exchange student in Irlanda!

20 aprile 2016

“Partite! Mettetevi in gioco! Non ve ne pentirete. E soprattutto tenete a mente che niente è perfetto, tocca a voi tirare fuori il meglio da ogni situazione!” – Samanta Zandonai

Abbiamo intervistato Samanta, exchange student per un anno in Irlanda.

anno scolastico in irlandaCiao Samanta, presentati e racconta la tua esperienza da exchange student in Irlanda

Ciao, mi chiamo Samanta Zandonai, ho 18 anni e vengo da Rovereto (TN). Frequento il liceo delle scienze umane “F.Filzi” di Rovereto e quest’anno sto facendo l’esperienza di un anno all’estero come exchange student in Irlanda.  Magari alcuni di voi penseranno che è strano che io sia qui dato che non frequento un liceo linguistico, ma ho scelto comunque di fare questa esperienza perché ritengo fondamentale la conoscenza della lingua inglese e perché credo che questa che sto vivendo sia un’opportunità formativa sotto diversi punti di vista. Sono una ragazza introversa e questo è stato uno dei motivi che mi ha spinto a mettermi alla prova.

 

Com’è nata l’idea di partire per un anno scolastico in Irlanda?

In realtà non ci avevo mai pensato seriamente. Sì, ho sempre amato viaggiare, ma non ho mai fatto ricerche riguardo al quarto anno all’estero finchè un’agenzia non è venuta nella mia scuola per esporre questo argomento. Mi ci sono subito buttata a capofitto, con l’appoggio anche dei miei genitori, che non avrò mai ringraziato abbastanza per l’opportunità che mi hanno dato. Inizialmente, l’Irlanda non era il mio primo obbiettivo; essendoci già stata per alcune settimane, volevo andare altrove. Ma alla fine eccomi qua, e davvero mi sto godendo quest’esperienza. Soprattutto perché sto migliorando molto il mio livello d’inglese.
 

Quando sei venuta in contatto con MB Scambi Culturali?

Sono venuta in contatto con MB Scambi Culturali molto in ritardo in realtà, grazie ad un’amica che si era già appoggiata a voi per un anno scolastico all’estero in Germania. 

Come descriveresti l’esperienza che stai vivendo?

exchange student in irlandaPiena di emozoni. All’inizio non è stato semplice, ma man mano che il tempo è passato (o dovrei forse dire volato) tutto è migliorato. Ho conosciuto persone stupende, con cui spero di rimanere in contatto e che di sicuro non dimenticherò mai. Ora mancano due mesi alla fine…non credo di essere pronta a lasciare tutto e tutti!  

 


Cosa ti piace di più della tua vita in Irlanda?

Le amicizie che ho creato, sia con gli altri exchange student che con la mia famiglia ospitante e alcuni ragazzi irlandesi. Adoro la libertà che questa esperienza mi sta dando e di conseguenza tutte le responsabilità che comporta, che però mi fanno sentire ed essere molto più indipendente. Sono contenta anche per la maggiore conoscenza della lingua inglese che ho acquisito, ma soprattutto quest’esperienza mi ha fatto scoprire chi sono. Vivendo all’estero per un anno in un contesto completamente nuovo, ho imparato ad accettare me stessa e a conoscermi molto più di prima.


Hai incontrato delle difficoltà ad ambientarti ad una realtà e cultura diversa e come le hai superate?

exchange student in irlandaSì, l’inizio è la parte difficile. Devo dire però che durante l’anno scolastico in Irlanda con la famiglia non ho incontrato alcun problema; certamente al primo impatto tutto è strano, non sei a casa tua e io ero un po’ a disagio, ma col tempo questa sensazione passa. Per quanto riguarda la scuola, ho iniziato con un’altra ragazza italiana, che è nella mia stessa scuola qui e frequenta le mie classi e questo ha reso meno difficile l’inserimento iniziale. Quando entri in classe per la prima volta, ti senti come quando effettivamente inizi una nuova scuola, con l’unica differenza però che loro si conoscono da anni e tu sei quella nuova. Poi ovviamente si entra nei ritmi e tutto è ok. La scuola funziona diversamente da quella italiana e la famiglia ospitante ha altri ritmi e usanze, ma man mano tutto diventa famigliare. Gli irlandesi sono molto gentili e cordiali, non passo una giornata senza aver sentito almeno venti volte “sorry”. Una cosa che ho notato è che qui ci sono molti meno pregiudizi, essendo un paese abituato alla diversità, le persone tendono a giudicare meno e ognuno è libero di essere chi è e com’è davvero.

 

Per quali motivi consiglieresti ad un tuo coetaneo di partire per un anno scolastico all’estero?

Perché è veramente un’esperienza che vale la pena di vivere. Ovvio bisogna essere convinti, ma poi per il resto tutto vien da sé. Essere un exchange student all’estero per un anno, un semestre, un trimestre, ti permette di creare amicizie, legami, ricordi che porterai sempre con te e che ti fanno crescere come persona. Al termine di questo periodo all’estero ti conoscerai meglio e avrai una maggiore conoscenza dell’inglese, un aspetto molto importante al giorno d’oggi. Consiglierei questa esperienza a tutti coloro che hanno la possibilità di farla. Partite! Mettetevi in gioco! Non ve ne pentirete. E soprattutto tenete a mente che niente è perfetto, tocca a voi tirare fuori il meglio da ogni situazione

 

anno scolastico in irlanda


Parti anche tu per un Anno Scolastico in Irlanda!

contattaci-pulsante-2

Facebooklinkedin