Festa della Repubblica Italiana

29 maggio 2019


Cosa si ricorda nella Festa della Repubblica

Festa della repubblicaDomenica 2 Giugno è la data che celebra la nascita della Repubblica Italiana. E’ una giornata celebrativa nazionale istituita per ricordare il referendum istituzionale del 1946. Il cerimoniale della festa della Repubblica organizzata a Roma comprende la deposizione di una corona d’alloro in omaggio al Milite Ignoto all’Altare della Patria e una parata militare lungo via dei Fori Imperiali.

Il referendum del 2 Giugno 1946 e la nascita della Repubblica Italiana

Il 2 e il 3 giugno del 1946 si tenne un referendum istituzionale con il quale gli italiani vennero chiamati alle urne per decidere quale forma di stato – Monarchia o Repubblica – dare al paese. Pochi giorni dopo il re d’Italia Umberto II di Savoia decise di lasciare l’Italia e andare in esilio in Portogallo. Dal 1º gennaio 1948 – divieto abrogato poi nel 2002 – con l’entrata in vigore della Costituzione della Repubblica fu proibito l’ingresso in Italia ai discendenti maschi di Umberto II di Savoia. Questo referendum istituzionale fu la prima votazione a suffragio universale indetta in Italia, e portò all’affermazione della Repubblica Italiana, sancita dalla Corte di cassazione che ne dichiarò la nascita il 18 giugno 1946, dopo 85 anni di Regno d’Italia.

2 Giugno festa nazionale

La prima celebrazione della Festa della Repubblica Italiana avvenne il 2 giugno 1947, mentre nel 1948 si ebbe la prima parata in via dei Fori Imperiali a Roma. Il 2 giugno fu definitivamente dichiarato festa nazionale nel 1949. Nell’occasione il cerimoniale comprese la passata in rassegna delle forze armate in onore della repubblica da parte del Presidente della Repubblica Italiana: la manifestazione avvenne in piazza Venezia, di fronte al Vittoriano. Nello stesso anno l’Italia entrò nella NATO. Nel 1961 la celebrazione principale della Festa della Repubblica non ebbe luogo a Roma ma a Torino, prima capitale dell’Italia unita. Torino fu capitale d’Italia dal 1861 al 1865, seguita da Firenze (1865-1871) e infine da Roma, che ne è capitale dal 1871. Nel 1961, infatti, si celebrava anche il centenario dell’Unità d’Italia (1861-1961).

I 50 anni dall’entrata dell’Italia nella Prima Guerra Mondiale e la crisi degli anni ’70

Nel 1965 si commemorava anche il 50º anniversario dell’entrata dell’Italia nel primo conflitto mondiale. Nello specifico, l’Italia incominciò ufficialmente le operazioni militari nella prima guerra mondiale il 24 maggio 1915, con un primo colpo di cannone sparato dal Forte Verena, sull’altopiano di Asiago, verso le fortezze austriache situate sulla Piana di Vezzena. Nel 1977 a causa della grave crisi economica che attanagliava l’Italia negli anni settanta, per contenere i costi statali e sociali la Festa della Repubblica fu spostata alla prima domenica di giugno, con la conseguente soppressione del 2 giugno come giorno festivo a essa collegato. Nel 2001, su impulso dell’allora Presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi, la Festa della Repubblica Italiana ha abbandonato lo status di festa mobile riassumendo la sua collocazione tradizionale del 2 giugno.

 

 LE INTERVISTE AGLI AMBASSADOR MB

YouTube MB Scambi Culturali

 

GUARDA LE DESTINAZIONI DISPONIBILI

RICHIEDI UN PREVENTIVO E PARTI

Per Informazioni
info@mbscambi.com

 

Facebooklinkedin