Novità da “Didacta 2017”: Dati e Tendenze sull’Alternanza Scuola Lavoro

03 ottobre 2017

MB Scambi Culturali a Didacta ItaliaIl 27 settembre 2017 abbiamo presentato in fiera a Didacta Italia a Firenze le novità in materia di Alternanza Scuola Lavoro durante lo speech dal titolo “ASL e normativa, reinserimento dopo l’Anno Scolastico all’Estero, dati e tendenze”.

L’alternanza scuola-lavoro è un modello volto a fornire ai giovani oltre alle conoscenze teoriche di base le competenze necessarie per inserirsi proficuamente nel mercato del lavoro, accostando le ore di studio in aula a quelle trascorse all’interno delle aziende.

Da molti anni è già stata portata avanti un’intensa attività di collaborazione tra scuole e aziende, in particolare in molti istituti tecnici, con attività di vario tipo e con una predominante attività di stage. Queste scuole non si sono quindi trovate impreparate di fronte alla novità legislativa, ma questo non ha evitato il sorgere ugualmente di alcune criticità. In particolare il fatto di coinvolgere tutti gli studenti di tutte le scuole ha palesato la difficoltà a trovare un numero adeguato di aziende in grado di assorbire la quantità di studenti. Nasce quindi nelle scuole la necessità di individuare nuove forme di collaborazione. Da qui l’alternanza scuola lavoro all’estero.

 

L’attività di alternanza si può svolgere all’estero sia in gruppo come “gita scolastica” di una settimana (al posto del classico stage linguistico) sia in maniera individuale, nel periodo estivo. Le possibilità sono molteplici.

Lo stage lavorativo all’estero è una fantastica opportunità per i ragazzi perché permette loro,  partendo  individualmente  o  in  gruppo,  di mettere  in pratica la lingua straniera (inglese, francese, tedesco o spagnolo) in un contesto lavorativo e nella vita di tutti i giorni. Un’esperienza di crescita personale, linguistica e lavorativa, da poter mettere nel CV. Alcuni dei programmi validi come Alternanza Scuola Lavoro che si possono compiere all’estero con MB Scambi Culturali sono: Programma con visite aziendali, Programma Corso+Workshop, Programma Work Placement.

 

Alternanza Scuola Lavoro

 

Le novità

Si è parlato  della volontà di istituire  un registro nazionale presso la camera di commercio dove si iscrivono le imprese disponibili ad ospitare ragazzi in alternanza e dove si possono trovare tutti i dati delle aziende.  Da novembre 2017 ci sarà inoltre una  Carta dei diritti e dei doveri degli studenti impegnati nei percorsi di formazione che darà la possibilità agli studenti stessi di valutare la propria esperienza.

In riferimento all’esame di maturità, si parla già di alternanza nel documento che entro la metà di  marzo di ogni anno scolastico il consiglio di classe dovrà predisporre per documentare l’esperienza svolta dagli studenti.  Tale documento sarà elemento di arricchimento per l’attribuzione dei crediti scolastici all’interno della media dei punteggi (Attenzione: crediti scolastici e non  crediti formativi, che andranno invece a sparire!). Nella terza prova dell’esame di maturità, l’alternanza sarà oggetto di argomento da parte della commissioneNel colloquio di esame il candidato dovrà esporre, tramite una breve relazione, la sua esperienza di alternanza.

Tra  2 anni al posto della certificazione finale allegata al diploma, ci sarà il curriculum dello studente. 

In questo curriculum dello studente saranno indicate le attività di alternanza scuola lavoro e questa certificazione farà parte del curriculum vitae personale dello studente.

E’ importante che tutto il percorso di alternanza scuola lavoro termini prima dell’esame di maturità. A partire dall’anno 2018/2019 la partecipazione ad attività di alternanza sarà un requisito indispensabile nel trienno per i candidati interni.

 

Vuoi scoprire i nostri programmi

di Alternanza Scuola Lavoro all’estero?

contattaci-pulsante-2

 

Contattaci per ulteriori informazioni: 

contattaci-pulsante-2

 

Facebooklinkedin