È possibile scegliere tra varie sistemazioni in cui alloggiare durante il soggiorno linguistico: residence o college, famiglie ospitanti, hotel.

Quando si parla di residence, college o hotel, le strutture, in genere, sono situate a pochi minuti dalla scuola dove si tengono i corsi; spesso, nel caso di residence o college, i corsi si tengono nello stesso stabile. Le camere possono essere doppie, triple o quadruple ed i bagni privati o comuni, dipende molto dalla destinazione e dal tipo di struttura. Alcune scuole propongono, in alternativa al residence/college, la sistemazione in hotel. Si tratta di hotel a pochi minuti da dove si tengono i corsi, che possono essere dalle ** alle **** stelle, regolarmente utilizzati dalle scule per far alloggiare gli studenti. Anche in questo caso le camere possono essere doppie, triple o quadruple.

Spesso i ragazzi tendono a preferire l’alloggio in residence/college o hotel, pensando di avere maggiore “privacy”, accantonando l’idea di alloggiare in host family.

famiglie per docenti

In verità la famiglia ospitante è la soluzione ideale per fare un’esperienza di immersione totale nella cultura locale. Alloggiare in una host family significa sfruttare al massimo l’esperienza di soggiorno studio, dando la possibilità ai ragazzi di esercitare la lingua straniera durante tutta la loro permanenza. È possibile sistemare i ragazzi a due o tre tra di loro oppure con un compagno straniero.

Le famiglie sono tutte accuratamente selezionate: per diventare host family devono infatti superare controlli periodici dalla polizia locale e dalla scuola stessa, per garantire la loro idoneità ad ospitare ragazzi stranieri. La domanda che in genere ci viene fatta è: “ma sono lontane dalla sede del corso?”, questo dipende molto anche dalla destinazione: se, infatti, la cittadina è piccola, ci sono buone probabilità che le famiglie siano a pochi minuti a piedi o di mezzi pubblici dalla scuola. Se la città è Londra, le famiglie potrebbero essere fino a 45 minuti di mezzi pubblici dalla scuola.

famiglie per docenti 4

Viaggiare significa scoprire nuove culture ed usanze, essere in grado di sviluppare un certo grado di adattabilità, ingrediente essenziale per crescere e scoprire ciò che ci circonda. Questo significa anche non avere sempre tutto a portata di mano: la famiglia a due minuti dalla scuola, il cibo come quello italiano che preparano le nostre mamme… Molto spesso ci preoccupiamo troppo per i nostri ragazzi, sottovalutandoli. In verità sono sempre in grado di stupirci piacevolmente! Aiutarli a crescere vuole anche dire fargli vivere esperienze nuove, stimolanti e  ricordarsi che hanno tutti gli strumenti per superare ogni “difficoltà” che una vacanza studio possa presentare loro!